Categorie
Economia Pierangelo De Pace

DISCUSSION PAPER: “Partite Correnti e Disavanzo della Bilancia Commerciale. Aspetti Teorici e Soluzioni Pratiche per l’Economia USA”

di Pierangelo De Pace

Qualche giorno fa discutevo degli squilibri della bilancia commerciale statunitense in Partite correnti e bilancia commerciale. Possibili soluzioni per il deficit statunitense. Nel breve articolo in questione cercavo di mettere in evidenza quali siano le cause principali del deficit commerciale americano ed i motivi per i quali ci sia da preoccuparsi nel medio-lungo periodo, se le necessarie contromisure non siano prontamente adottate dal governo USA fin da ora.

Categorie
Economia Pierangelo De Pace

Partite correnti e bilancia commerciale. Possibili soluzioni per il deficit statunitense

di Pierangelo De Pace 

Che cosa sono le partite correnti della bilancia dei pagamenti di un dato Paese? In parole molto poco tecniche, non sono altro che la somma di bilancia commerciale (data dalle differenza tra esportazioni ed importazioni) ed interessi e dividendi maturati sul debito estero accumulato per finanziare esportazioni nette negative (cioè quando il valore delle importazioni supera quello delle esportazioni). In altri termini, rappresentano la variazione da un periodo ad un altro dell’esposizione finanziaria di una determinata nazione rispetto al resto del mondo.

Categorie
Economia Pierangelo De Pace

Soru contro Briatore, ovvero imposte sul lusso in Sardegna. Davvero una buona idea?

di Pierangelo De Pace

Commento una notizia di qualche settimana fa, oggi ancora rilevante per le conseguenze che potrebbe avere in un prossimo futuro. Lo scorso mese d’agosto il Presidente della Regione Sardegna Renato Soru ha avanzato la proposta, apparentemente condivisibile e già realizzata in parte, di introdurre nuove tasse su case al mare, yacht e aerei. I provvedimenti in questione sono stati immediatamente battezzati con il nome di “imposte sul lusso” e sono, in linea teorica, finalizzati alla limitazione ed alla riparazione dei danni ambientali provocati dal turismo più redditizio tipico dell’isola.