Whatever it takes, per l’Italia e per l’euro i dieci anni dalla crisi sono passati invano

Dopo dieci anni e molte lattine calciate, le incompiutezze restano e il rischio frammentazione della deviante Italia è tornato a perseguitarci, mentre l’era dei tassi negativi è alle spalle e a Roma Draghi guida un governo di disunità nazionale frutto dell’ennesimo fallimento del sistema-paese Continua a leggere Whatever it takes, per l’Italia e per l’euro i dieci anni dalla crisi sono passati invano

Guerra, inflazione e debito faranno risorgere i no-euro italiani?

di Mario Seminerio – Domani Quotidiano

Il 2022 rischia di passare alla storia come l’anno del crollo dei mercati obbligazionari, col rialzo violento dei rendimenti e banche centrali a cui viene presentato il conto di anni di politica monetaria straordinariamente espansiva, per scongiurare il costante rischio di soccombere sotto il peso di un debito che tassi bassi hanno contribuito a gonfiare. L’invasione russa dell’Ucraina, col suo devastante shock di offerta sulle materie prime, si è abbattuto su un quadro di domanda resa vigorosa dalle riaperture post pandemiche e dalle riserve di liquidità accumulate coi sussidi.

Continua a leggere “Guerra, inflazione e debito faranno risorgere i no-euro italiani?”