Un saluto ai lettori

Cari lettori, Epistemes è oramai diventato un sito seguito e apprezzato da più parti. Tutto questo è merito dei redattori che sottraendo spesso tempo ad attività lavorative e di studio hanno cercato di offrire un prodotto editoriale di alta qualità.

Purtroppo gli impegni di studio e di lavoro non ci consentono più di dedicarci quanto vorremmo al sito. Il rischio è quello di ridurre la qualità della nostra collaborazione ad Epistemes o non conseguire quei risultati lavorativi che inseguiamo da tempo.

Per il rispetto che dobbiamo ai lettori e ai redattori, preferiamo lasciare. I nostri articoli restano a disposizione dei lettori. È stata un’esperienza estremamente stimolante che ci ha arricchito professionalmente e umanamente per la quale ringraziamo i lettori ed i redattori di Epistemes.

Andrea Asoni, Pierangelo De Pace e Antonio Mele

________________

Un sentito ringraziamento ad Andrea, Antonio e Pierangelo per la grande qualità delle analisi proposte, per i continui stimoli intellettuali che hanno reso possibile l’affermazione di Epistemes come sito di grande rigore divulgativo, oltre che per la dedizione con cui hanno sottratto tempo ai loro gravosi impegni accademici. Ad Andrea, Antonio e Pierangelo un grande in bocca al lupo, questo sito resterà ovviamente sempre aperto al loro contributo, come a quello di quanti vorranno segnalarci la loro disponibilità a fare di Epistemes una consolidata realtà nel panorama della divulgazione italiana su economia e relazioni internazionali.

Mario Seminerio 

Annunci

Salari, maledetti salari

di Michele Boldrin e Pierangelo De Pace 

Proviamo a discutere seriamente di salari bassi e che non crescono. Per oggi illustriamo i fatti ed i non fatti (che sono importanti anche se arrivano alla fine, abbiate pazienza). Lasciamo analisi e proposte a un post futuro che pubblicheremo a giorni.

Tutti vogliono aumentare i salari degli italiani. Lodevole intento, dal momento che i salari dei lavoratori dipendenti italiani sono, effettivamente, molto bassi in relazione alla media degli altri grandi paesi europei (Francia, Germania, Regno Unito ed anche Spagna). I dati Eurostat, riportati nella relazione “Consumo e Crescita in Italia” pronunciata dal Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi nell’ottobre 2007, lo confermano [vedi qui per un commento e qui per alcune correzioni].

Continua a leggere “Salari, maledetti salari”

Salari e politica economica

di Pierangelo De Pace

In un recente intervento presso l’Università degli Studi di Torino, il Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi ha presentato una relazione intitolata “Consumo e Crescita in Italia“. I contenuti della lezione sono stati giustamente ripresi e commentati da stampa, tv, ed altri mezzi d’informazione. Come prevedibile, però, le parole del Governatore sono state spesso travisate e proposte di politica economica che nulla hanno a che fare con quanto affermato da Draghi sono state immediatamente date in pasto all’opinione pubblica.

Continua a leggere “Salari e politica economica”

Un mercato legale di organi. Alcuni dati e stime

di Pierangelo De Pace

Recenti ricerche economiche mostrano la convenienza di un mercato legale, accessibile a tutti, in cui si possa procedere liberamente alla compravendita di determinate tipologie di organi umani. Lo scopo di questo articolo è duplice: 1) portare ulteriore evidenza a supporto di una tesi già proposta altre volte in queste pagine e 2) ribadire una volta ancora la posizione della maggior parte dei membri di Epistemes, nella speranza che esponenti politici italiani si interessino all’argomento e si facciano portavoce di una campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica che porti, potenzialmente, alla revisione delle attuali normative in materia che proibiscono l’uso di incentivi monetari nel mercato degli organi umani tra vivi e post mortem. Nella fortunata evenienza in cui qualcuno si mostrasse interessato, Epistemes garantisce sin da ora chiarimenti e supporto tecnico compatibilmente con le proprie risorse, i propri mezzi ed i propri vincoli.

Continua a leggere “Un mercato legale di organi. Alcuni dati e stime”

Un mercato legale di organi. La discussione si accende

di Pierangelo De Pace 

Come accaduto in occasione di un  mio precedente intervento sul tema, la discussione sulla possibilità di rendere legale un mercato in cui sia ammesso scambiare organi ed altre parti del proprio corpo per scopi medici si trasferisce momentaneamente su altre pagine. L’argomento – delicato ed evidentemente meritevole di estrema attenzione, come del resto ipotizzabile sin dall’inizio – genera dissensi e pareri contrastanti. Questa volta, ripubblicando un pezzo di qualche tempo fa apparso in questo sito, il tema è ripreso dagli amici de L’Arengo del Viaggiatore.

Continua a leggere “Un mercato legale di organi. La discussione si accende”

La strana etica occidentale. Lavoro minorile e soluzioni.

di Pierangelo De Pace

Uno degli effetti più evidenti della cosidetta “globalizzazione” – fenomeno economico, politico e sociale che ha coinvolto negli ultimi decenni praticamente tutti i Paesi del mondo – è la caduta di gran parte delle barriere che un tempo impedivano il libero scambio di beni e servizi a livello internazionale. Alla base della teoria moderna del commercio internazionale si trova il concetto di “vantaggio comparato”, secondo il quale ciascun agente economico (le nazioni nel caso specifico) tendono a specializzarsi in maniera più o meno pronunciata nella produzione di quei beni e servizi che permetta loro di sfruttare più elevati livelli di efficienza relativa rispetto al resto del mondo. Più tecnicamente, ciascun Paese si specializza nella produzione (e poi esportazione) di quei beni e servizi nell’ambito della quale esibiscono costi opportunità ridotti rispetto ai concorrenti, sia diretti sia indiretti.

Continua a leggere “La strana etica occidentale. Lavoro minorile e soluzioni.”

Tassi in ascesa e mutui in pericolo

di Pierangelo De Pace

In meno di due anni la Banca Centrale Europea (BCE) ha ritoccato al rialzo il tasso di rifinanziamento principale, “pronti contro termine” sulle operazioni di mercato monetario, per l’ottava volta. Ad oggi, esso risulta pari al 4%. All’inizio di dicembre del 2005 arrivava appena al 2%, praticamente si collocava ai minimi storici. Il tasso di rifinanziamento principale (o tasso repo) è il tasso a cui la BCE concede prestiti a brevissimo termine alle altre banche del sistema finanziario europeo. È un indicatore importante delle condizioni del mercato finanziario perchè sulla sua base vengono determinati i tassi d’interesse a breve, ma anche a lungo, che le banche praticano ai prestiti fra banche ed ai prestiti a favore dei propri clienti, siano essi persone fisiche, siano essi persone giuridiche.

Continua a leggere “Tassi in ascesa e mutui in pericolo”

Legalizzare il mercato degli organi? Se ne può e se ne deve parlare

di Pierangelo De Pace

Prosegue il dibattito sulla possibilità di rendere legale il mercato degli organi, un mercato in cui sia prevista espressamente l’evenienza che sia praticato un prezzo positivo per la cessione volontaria di un proprio organo sia da vivi, sia post mortem. Come si è più di una volta messo in evidenza tra gli articoli di questo sito, la situazione esistente che si concretizza nella carenza di organi per trapianto, il conseguente decesso di migliaia di pazienti in attesa di un donatore; ed il proliferare delle organizzazioni criminali che hanno creato veri e propri mercati illegali in giro per il mondo sfruttando la povera gente delle regioni meno ricche impongono che provvedimenti adeguati siano adottati e che soluzioni intelligenti siano proposte.

Continua a leggere “Legalizzare il mercato degli organi? Se ne può e se ne deve parlare”

I perchè di un mercato legale di organi

di Pierangelo De Pace

In un dossier intitolato “Ho comprato un rene in Nepal“, pubblicato in data 17 maggio su L’Espresso e firmato da Alessandro Gilioli, sono descritti gli inquietanti particolari di un mercato illegale di organi (reni in particolare) sviluppatosi in India negli ultimi anni. Da quanto si legge, il mercato – i cui clienti più frequenti sarebbero europei ed americani, ma anche ricchi asiatici – prospera e si espande facendo leva principalmente sulla povertà e l’ignoranza, lo sfruttamento e lo scarso senso delle istituzioni della popolazione locale; ed è amministrato da gente senza scrupoli che non esita ad insinuarsi nelle falle e nelle disattenzioni della legislazione indiana per il raggiungimento dei propri discutibili fini.

Continua a leggere “I perchè di un mercato legale di organi”

Il nodo dei salari e la produttività che cala

di Pierangelo De Pace 

In un recente rapporto Eurispes riferito al periodo 2000-2005 si scopre che il livello dei salari reali in Italia, e cioè espressi in termini di potere d’acquisto, è tra i più bassi in Europa. In particolare si viene a sapere che la crescita reale dei salari può definirsi addirittura negativa (a seconda delle misure utilizzate), a conferma della percezione degli ultimi anni che le dinamiche di crescita salariale non siano riuscite a tenere il passo con la crescita dei prezzi. Continua a leggere “Il nodo dei salari e la produttività che cala”