Andrea Gilli e Mauro Gilli, articolo su Security Studies

di redazione La ricerca di Andrea Gilli e Mauro Gilli sulla diffusione del terrorismo suicida è di recente stata pubblicata dalla rivista accademica Security Studies. Nell’articolo, i due autori dimostrano – utilizzando sia i metodi quantitativi che quelli qualitativi – come il terrorismo suicida sia semplicemente un’innovazione tattica, pertanto spiegazioni sia culturali che organizzative abbiano poco fondamento. L’articolo non è liberamente disponibile online ma può essere richiesto agli autori. Qui di seguito riportiamo l’abstract: What explains the adoption of military innovations? In this article, we assess the empirical validity of adoption capacity theory by reconsidering one methodologically important case analyzed by … Continua a leggere Andrea Gilli e Mauro Gilli, articolo su Security Studies

Rassegna stampa – Andrea Gilli

di Redazione Nei mesi passati, Andrea Gilli ha partecipato ad alcuni eventi, qualche suo scritto è apparso presso terzi o ne ha parlato la stampa. Riassumiamo qui di seguito le principali attività: – “Procurement Lessons from the War In Libya,” RUSI Defence Systems, January 2013; – Partecipazione alla conferenza “I Costi della non-Europa della Difesa,” Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, Torino, 12 Aprile 2013; – Intervista alla rivista americana specializzata sull’industria della difesa, Defense News, 11 maggio 2013; – Presentazione del rapporto Enabling The Future. EU Military Capabilities 2013-2025: Challenges and Avenues (2013) al Politico-Military Group del Consiglio … Continua a leggere Rassegna stampa – Andrea Gilli

Tutto sull’F-35 JSF – per l’ultima volta

di Andrea Gilli

Impegnato in questioni più rilevanti, apprendo che l’F-35/Lightning II Joint Strike Fighter è di nuovo tra i temi principali della campagna elettorale. Ne ho già scritto, più volte. Ripeto, in modo sintetico, ancora – spero – le poche cose da dire a proposito (per un articolo sulla storia del programma, si veda qui).

Continua a leggere “Tutto sull’F-35 JSF – per l’ultima volta”

Agenti CIA, soffiate e condanne

di Andrea Gilli

La scorsa settimana, John Kiriakou, ex-agente CIA, è stato condannato a trenta mesi di prigione. La sua colpa? Aver svelato il nome di un agente sotto copertura ad un giornalista. Per la cronaca, il nome non è mai uscito sui giornali. Come reagire alla notizia? C’è da rallegrarsene, in quanto contribuirebbe a contrastare il dilagante fenomeno della rottura della segretezza in ambito di sicurezza nazionale, oppure dovremmo avere qualche preoccupazione in più, in quanto la condanna rappresenterebbe una riduzione della libertà di informazione?
Continua a leggere “Agenti CIA, soffiate e condanne”

Aumentare le tasse per le aziende militari?

di Andrea Gilli

Sul Washington Post di qualche giorno fa, Walter Pincus, defense correspondent del medesimo quotidiano ha (ri)proposto l’idea di introdurre un’imposta sugli extra-profitti delle aziende militari. La ratio sarebbe la seguente: in tempo di guerra, i contractors della difesa fanno altissimi profitti. Ciò permette a pochi (le aziende) di guadagnare sul sacrificio di molti (la popolazione e i suoi soldati). Pertanto, lo stato dovrebbe riprendersi parte di quei fondi.

L’idea mi pare parecchio bislacca e per diverse ragioni.

Continua a leggere “Aumentare le tasse per le aziende militari?”

Andrea Gilli – Paper sul futuro dell’industria europea della difesa

di Redazione Andrea Gilli ha pubblicato per lo European Union Institute of Security Studies di Parigi un paper, After austerity: futures for Europe’s defence industry, sul possibile futuro dell’industria europea della difesa. Il paper discute i possibili scenari per il futuro dell’industria europea della difesa alla luce dell’attuale fase di austerity. La breve ricerca sottolinea che se ulteriore consolidamento nel settore è certamente necessario, verosimilmente questo non sarà definitivo: i Paesi europei continuano a volere mantenere intatte le loro prerogative e dunque è difficile pensare ad un consolidamento che elimini tutte le inefficienze o l’eccesso di capacità produttiva. Continua a leggere Andrea Gilli – Paper sul futuro dell’industria europea della difesa

Austerity, impegni internazionali e natura dei rapporti tra stati

di Andrea Gilli

I rapporti fra nazioni possono essere intesi fondamentalmente in due modi. Da una parte c’è la visione comunitaria, per cui a livello internazionale ogni entità politica si preoccupa principalmente dei suoi membri. L’egoismo di ogni tale entità genera a sua volta un sistema anarchico in cui l’insicurezza la fa da padrone. Dall’altra parte, c’è la visione cosmopolita. Stando a questa interpretazione, il mondo è un’unica sola comunità che condivide gli stessi valori e gli stessi obiettivi. Pertanto, anche se il panorama internazionale è diviso tra gruppi separati (gli Stati-nazione), è possibile trovare una sintesi dei vari interessi e favorire il progresso umano tramite la cooperazione tra Paesi.

Continua a leggere “Austerity, impegni internazionali e natura dei rapporti tra stati”