Senza austerità i conti del Portogallo migliorano, ma c’è un po’ di doping