Siamo in guerra? No, ci sono tre lotte diverse

3 pensieri su “Siamo in guerra? No, ci sono tre lotte diverse”

  1. Cosa si intende con “Sebbene molti, specie tra gli ambienti più radicali, tendano a scorgere una radice romantica nel terrorismo, in parte influenzati dal processo di decolonizzazione”?
    Grazie.

    A parte quel punto poco chiaro il resto del ragionamento esposto fila e parecchio. A parte il fatto che io ancora non riesco a spiegarmi la carta di identità in auto alla “fog war” in questo caso faccio fatica a credere.

    Cmq sul resto concordo su tutto, a parte la questione dell “tenue” “filo” che lega le vicende, il caso della napoletana che va a combattere in Siria non mi è per nulla chiaro e in ogni caso nessuno ci dice che lei non era integrata. E grazie per citare le fonti a cui fai riferimento sono utili per gli appassionati come me che seguono il sito per approfondire.

    A tal proposito però cosa conferma il fatto che “il numero di messaggi su Twitter favorevoli ad ISIS è crollato: i terroristi non hanno rafforzato la loro causa, la hanno indebolita.”? Quali fonti a supporto?

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.