Cipro è salva, le banche no

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

L’ultimo accordo tra Troika e Cipro, sempre che regga, rappresenta un momento di ulteriore discontinuità nella storia di questa infinita crisi di debito. Ma questa volta si è forse tratto qualche insegnamento dal passato, e non sono stati compiuti solo errori.

Continua a leggere “Cipro è salva, le banche no”

Cipro, sempre meno offshore, resta nell’euro. Monito per Malta e Lussemburgo?

di Mario Seminerio – Libertiamo

Ed alla fine, il salvataggio di Cipro e la “ristrutturazione” del suo ipertrofico sistema creditizio presero forma, dopo una settimana sprecata (a Cipro) in recriminazioni, voti contrari del parlamento, richieste inascoltate di aiuto alla Grande Madre Russia, ed altrettanto sdegno nell’opinione pubblica di parte dell’Eurozona, segnatamente in Italia, dove si continua a capire assai poco dell’intera vicenda e della proteiforme natura della crisi, ma dove ormai prevalgono pavloviani moti di sdegno contro l’Europa, anche quando dovrebbe apparire più o meno evidente che di soluzioni ottime non ne esistono. Continua a leggere “Cipro, sempre meno offshore, resta nell’euro. Monito per Malta e Lussemburgo?”

Euro, e se facessimo il referendum?

Default e crack delle banche, disastro totale

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Nei giorni scorsi, Beppe Grillo ha parlato della necessità di tenere un “referendum sull’euro”, per restituire ai cittadini la sovranità perduta. Nobile intento, scalfito dal fatto che un referendum sull’euro non può essere celebrato, poiché coinvolge trattati internazionali. Il punto vero è cosa ci attenderebbe se assumessimo la decisione di uscire dalla moneta unica.

Continua a leggere “Euro, e se facessimo il referendum?”