Tocca alla Siria? Lezione dalla Libia: conseguenze non-intenzionali.

Un pensiero su “Tocca alla Siria? Lezione dalla Libia: conseguenze non-intenzionali.”

  1. In aggiunta a quanto scritto nell’articolo, mi sembra anche che sul caso sirino si possa applicare perfettamente la visione realista di equilibrio di potenza nel Medio Oriente, assolutamente a rischio in caso di attacco ad Assad. Dubito che Israele, per dire, approverebbe un intervento così delicato e destabilizzante (basti pensare alle conseguenze in Libano) contro il regime di Damasco, suo dirimpettaio ingombrante. Un vuoto di potere in Siria, successivo ad un eventuale guerra, sanguinosa quanto costosa, sarebbe pericolosissimo anche per gli altri vicini, per disparate ragioni ( confine turbolento per la Turchia, che ricerca solo tranquillità nell’area, oltre che un ruolo egemone; focolare di instabilità per il tutt’altro che stabile – eufemismo- Iraq).

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.