Non ci resterà che la patrimoniale

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Le recenti affermazioni dell’ex ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, secondo cui la crescita del Pil per il nostro paese contenuta nell’ultimo aggiornamento Def non si dovrebbe assumere come previsione ma come obiettivo non hanno avuto l’eco mediatica e politica che avrebbero meritato. Quei numeri, con crescita di Pil reale dell’1% e nominale del 2,9%, sono apparsi infatti da subito devianti rispetto alle previsioni dei maggiori organismi internazionali. L’avvertimento Ue che l’Italia è l’unico paese dell’Eurozona a trovarsi in condizioni di “squilibrio macroeconomico eccessivo” ha suscitato da noi le abituali reazioni di stupore, indignazione ma anche la singolare risposta di Saccomanni. Ciò pare suggerire che da noi si viva immersi in un sortilegio permanente, che impedisce di cogliere la realtà.

Continua a leggere “Non ci resterà che la patrimoniale”