Sarkò si arrende alla patrimoniale