Inflazione e pandemia, la teoria del “debito buono” si sta rivelando un’illusione