Quel vecchio errore neoconservatore

di Daniele G. Sfregola

In un arco temporale relativamente breve – otto mesi, all’incirca – il vento politico all’interno dell’amministrazione Bush ha cambiato direzione. Le enormi difficoltà incontrate nell’operazione di State building in Iraq, le crisi nucleari iraniana e nordcoreana, l’impotenza dinanzi all’offensiva diplomatica russa in Asia Centrale e cinese in Africa, la “ribellione” dell’establishment militare americano a Donald Rumsfeld, la sconfitta alle elezioni di mid-term e le dimissioni del segretario alla Difesa, hanno progressivamente eroso il rimanente capitale di credibilità interna del pensiero neoconservatore e dei suoi epigoni. Non si spiegherebbe la corsa a riparare le falle dell’anatra zoppa che risiede alla Casa Bianca, consapevole di doversi piegare ad una diarchia de facto con i democratici nella gestione della politica estera per i prossimi ventiquattro mesi.

Continua a leggere “Quel vecchio errore neoconservatore”

Annunci

IDEAZIONE: due saggi di Gilli e Sfregola

E’ in edicola il nuovo numero di Ideazione, intitolato La buona educazione. All’interno, accanto agli interventi autorevoli dei professori Francesco Forte, Giuseppe Pennisi e Vittorio Mathieu, all’approfondimento sulla realtà politica tedesca del direttore Pierluigi Mennitti e ad una ricostruzione storica sul marxismo e l’Unione Sovietica firmata dall’ambasciatore Alberto Indelicato, numerosi altri contributi. Tra questi segnaliamo due saggi in particolare.

Continua a leggere “IDEAZIONE: due saggi di Gilli e Sfregola”

IDEAZIONE.COM: Alla riscoperta del liberalismo realista

di Daniele G. Sfregola

Nello splendido “Lo scopo della politica americana”, Hans Morgenthau si pone retoricamente il seguente quesito: “La libertà individuale è più importante della sicurezza nazionale, senza la quale non ci sarà affatto libertà?”. Non si tratta di un esercizio accademico. Il tema rappresenta, probabilmente, il vulnus storico della filosofia liberale. Questo perché lo “stato di guerra” è per definizione una minaccia per la libertà individuale. Eppure, insieme al commercio, la guerra è la più antica e la principale delle interazioni fra gruppi distinti di esseri umani.

Continua a leggere su Ideazione.com

DISCUSSION PAPER: “La Corea del Nord e l’Equilibrio delle Forze in Asia Orientale”

di Daniele Sfregola

Pochi giorni fa Epistemes.org ha presentato il primo numero della collana economica di Discussion Paper a firma di Pierangelo De Pace. Oggi è il turno del primo numero della collana di Relazioni Internazionali, un approfondimento sulla crisi nucleare che coinvolge la Corea del Nord e, di riflesso, l’intera regione dell’Asia orientale.

Continua a leggere “DISCUSSION PAPER: “La Corea del Nord e l’Equilibrio delle Forze in Asia Orientale””

Trent’anni dopo, la rivincita di Dr. Henry

di Daniele G. Sfregola

Le recenti rivelazioni di Bob Woodward, contenute nel suo ultimo libro “State of Denial”, impegnano commentatori ed analisti della politica interna ed estera americana da più di una settimana. La notizia è di quelle destinate inesorabilmente a fomentare confronti: Henry Alfred Kissinger, già consigliere alla Sicurezza e segretario di Stato per Richard Nixon e Gerald Ford, sarebbe uno dei principali consiglieri dell’Amministrazione americana, uno dei più fidati suggeritori del Presidente Bush e del suo vice Cheney, il più ascoltato esperto tra quelli privi di un incarico ufficiale all’interno del governo repubblicano.

Continua a leggere “Trent’anni dopo, la rivincita di Dr. Henry”

Prodi incontra Ahmadinejad: etica o interesse?

di Andrea Gilli e Daniele G. Sfregola 

La settimana scorsa il presidente del Consiglio Romano Prodi ha avuto un incontro con il presidente della Repubblica islamica dell’Iran, Mohammed Ahmadinejad. L’incontro, come spesso accade in questi casi, è stato interlocutorio e sembra non aver prodotto alcun risultato significativo a livello internazionale. Tuttavia, un particolare effetto, stavolta interno, pare che il meeting tra i due leader lo abbia esperito.

Continua a leggere “Prodi incontra Ahmadinejad: etica o interesse?”

L’India, gli Usa e il fattore Teheran

di Andrea Gilli e Daniele G. Sfregola

La recente approvazione americana del disegno di legge d’attuazione dell’accordo di cooperazione nucleare con l’India ha segnato un passaggio significativo per la repentina evoluzione dei rapporti bilaterali tra Washington e New Delhi. Il riconoscimento dello status nucleare di New Delhi suggerisce la volontà di Washington di far entrare l’India nel club dei grandi. C’e’ però da capire fino a quando questa posizione non sarà in contraddizione con gli stessi interessi americani.

Continua a leggere “L’India, gli Usa e il fattore Teheran”