Inflazione e pandemia, la teoria del “debito buono” si sta rivelando un’illusione

di Mario Seminerio – Domani Quotidiano

Il mese di gennaio è stato piuttosto brutale per i mercati azionari. Negli Stati Uniti, la Federal Reserve ha decisamente virato verso una postura monetaria aggressiva per piegare non solo l’inflazione corrente ma le aspettative.

Jay Powell e i suoi colleghi non escludono un aumento dei tassi di mezzo punto percentuale a marzo. Un tempo mosse di questa dimensione erano del tutto normali ma lustri di interventi straordinari delle banche centrali li hanno resi una rarità.

Continua a leggere “Inflazione e pandemia, la teoria del “debito buono” si sta rivelando un’illusione”