Il vero rischio di stigma per l’Italia è quello della bassa crescita

di Mario Seminerio – Domani Quotidiano

Sembra trascorsa un’era geologica da quando il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, sognava a occhi aperti una manovra a saldo zero. Come ogni anno, ci sono incognite relative ai conti dell’anno successivo ma, ancor di più, al quadro del triennio dipinto dalla Nota di aggiornamento al Def (Nadef).

Continua a leggere “Il vero rischio di stigma per l’Italia è quello della bassa crescita”

Il conto degli aiuti di stato, prima o poi arriva. E lo paghiamo noi

di Mario Seminerio – Domani Quotidiano

La Commissione europea ha posto in pubblica consultazione le proposte di modifica alla disciplina temporanea degli aiuti di stato, introdotta lo scorso 19 marzo per sostenere l’economia a fronte della pandemia di Coronavirus. L’allentamento delle norme sugli aiuti pubblici era prevista scadere il prossimo 31 dicembre ma sarà prorogata di sei mesi.

Continua a leggere “Il conto degli aiuti di stato, prima o poi arriva. E lo paghiamo noi”

Joe Biden riuscirà a controllare gli eccessi di Wall Street?

di Mario Seminerio – Domani Quotidiano

Se Joe Biden dovesse diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti, magari con un Congresso a controllo democratico, il tema di “che fare con Wall Street” tornerà a porsi con forza. Il dibattito riguarda vari aspetti, per esempio quello dell’antitrust, che negli ultimi decenni ha poggiato su cosiddetto welfare del consumatore, cioè prezzi bassi e calanti, Secondo tale argomentazione, l’intervento dell’antitrust, alzando i prezzi, avrebbe danneggiato i consumatori e frenato l’innovazione, tenendo in vita aziende inefficienti.

Continua a leggere “Joe Biden riuscirà a controllare gli eccessi di Wall Street?”

Il Paese imbalsamato

di Mario Seminerio – Domani Giornale

Attendendo il vaccino o la cura per il Covid, è ormai chiaro che il destino dell’Italia sarà legato al modo in cui il paese uscirà dalla crisi sanitaria. Cioè se troverà modo per rigenerarsi, oppure proseguirà nella coazione a ripetere che da lustri genera una politica economica fallimentare, in termini di qualità della spesa pubblica e di capacità di adattarsi ai mutamenti del contesto globale. Perché il problema esistenziale italiano può essere letto proprio in chiave evoluzionistica: incapacità di adeguamento all’ecosistema economico globale. 

Continua a leggere “Il Paese imbalsamato”