Poche parole di buon senso sulla Siria

12 pensieri su “Poche parole di buon senso sulla Siria”

  1. A proposito delle armi di distruzione di massa di Saddam…
    1) sappiamo con certezza che Saddam le aveva: le ha usate contro gli Iraniani e contro i Curdi.
    2) L’ONU gli ordinò di distruggerle e di esibire le prove di tale distruzione. NON spettava agli ispettori trovarle.
    3) Saddam è morto senza rivelare cosa ne era stato delle suddette armi, che non sono mai state trovate.
    4) Durante la prima guerra del Golfo (1990-1991) Saddam “mise in salvo” una parte della sua aviazione in Iran, nonostante i cattivi rapporti; l’Iran non ha mai restituito gli aerei.
    5) Assad ha usato delle armi di distruzione di massa che ricordano molto quelle di Saddam. Entrambi i dittatori fanno parte del partito Ba’ath (rinascenza) seppure in differenti fazioni (un po’ come D’Alema e Veltroni…)
    Vuoi vedere che le armi di Saddam sono state finalmente trovate?

    "Mi piace"

  2. Per carità:
    1- A Saddam le armi chimiche che usò contro gli iraniani gliele diedero proprio gli USA (Dick Cheney, grande promotore)
    2- l’ONU gli ordinò di distruggerle e Saddam disse sempre di averle distrutte sotto controllo degli USA stessi, in ripetute interviste televisive. Che poi la sua versione non facesse comodo a qualcuno che si inventò addirittura la commedia della fialetta al consiglio di sicurezza ONU, beh, sai che novità.
    3- Saddam non è “morto”; è stato giustiziato (impiccato per la precisione), e fino alla morte ha ripetuto quanto sopra. Dire che Gli ispettori ONU non le hanno trovate e credere che le avesse nascoste così bene che nessuno ad oggi le ha ancora trovate è francamente ridicolo.
    4- attinenza? Suggerisce che abbia nascosto bidone bidoni di sostanze in vetusti velivoli sovietici? Qua siamo veramente oltre ogni grazia di Dio.
    5- Assad ha usato armi di distruzioni di massa? Ah si!? Lei deve saperlo più lunga perfino degli ispettori ONU che (mentre Obama annuncia l’imminente bombardamento) non hanno per niente finito il loro lavoro.

    "Mi piace"

    1. Riccardo, capisco che il nostro sistema educativo sia al collasso, però l’articolo è scritto in Italiano semplice semplice. Se Lei non riesce a comprenderlo non è colpa mia.

      Saluti, ag.

      "Mi piace"

    2. 1) Non mi importa chi gliele avesse date, il fatto certo è che ce le aveva.
      2) L’ONU gli impose (risoluzione 1441) di distruggerle sotto il proprio controllo; che c’entrano gli USA? Le prove della distruzione avrebbero dovuto essere presentate a Hans Blix & Co. (ispettori ONU) che non le hanno mai ricevute.
      3) Queste dichiarazioni di Saddam non mi risultano: sono state riportate da qualche cronista?
      4) Saddam ha nascosto i suoi aerei in Iran, del quale era nemico; è ragionevole ritenere che abbia nascosto i gas tossici in Siria, della quale NON era nemico.
      5) Medici Senza Frontiere conferma oltre 300 morti con sintomi neurotossici. Avranno tutti mangiato Fugu? Comunque gli ispettori ONU tornano domattina.

      "Mi piace"

      1. 1)Saddam potrebbe averle finite,o potrebbero esser state distrutte nei raid aerei del 91.
        4)Saddam non nascose nessun aereo in Iran.Quelli furono piloti,molto probabilmente Sciti che disertarono
        5)Non è provato che Assad abbai usato armi chimiche in quest’ultima occasione.
        Le armi chimiche Assad ce le aveva indipendentemente da Saddam.

        "Mi piace"

  3. Solo una precisazione; cito:
    “L’Occidente si mobilita per le armi chimiche di Assad. Uno degli altri (pochi) regimi laici della regione.”
    E successivamente: “…molti dei ribelli non vogliono un armistizio, vogliono eliminare Assad, il suo clan e soprattutto la sua setta religiosa.”
    Le due affermazioni non collimano.
    In realtà la repubblica presidenziale siriana è solo formalmente laica, e pure formalmente repubblicana o democratica, dopodichè abbiamo un capo di stato alawita in un regno a maggioranza sunnita.
    E’ sempre piuttosto complicato fare dei perfetti
    parallelismi tra le definizioni applicabili ad uno stato laico “all’occidentale” ed uno di dichiarata fede islamica.

    "Mi piace"

    1. Napolitano credo sia battezzato. Ciò non fa l’italia un Paese clericale. Assad fa parte di una minoranza religiosa. ma il suo regime era fondamentalmente laico, come lo era quello di mubarak in egitto. Non so di cosa stiamo discutendo.

      "Mi piace"

  4. Ma a questo punto mi chiedo quali siano le opzioni di attacco più verosimili per gli USA.

    Provando a ragionarci sopra direi solo bombardamenti + tomahawk? Forse un utilizzo limitato di truppe aviotrasportate?

    O c’è da aspettarsi anche un coinvolgimento successivo per eventuale ricostruzione in suolo Siriano e messa in sicurezza delle pipelines (gas, oil)?

    Grazie a chi risponderà

    "Mi piace"

    1. L’attacco mi sembra sempre più difficile. Dubito attacco aereo in quanto comporterebbe più rischi e costi. Con i tomahawk si risolve tutto da lontano. Nessuna truppa di terra.

      "Mi piace"

I commenti sono chiusi.