Bce, Draghi ha salvato lo spread, non l’economia

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Il 26 luglio dello scorso anno, in un discorso tenuto a Londra davanti ad un consesso di banchieri, Mario Draghi ha pronunciato una frase destinata a cambiare il corso della storia dell’Eurozona, almeno per qualche tempo: “Entro il nostro mandato, la Bce è pronta a fare qualunque cosa occorra per preservare l’euro. E credetemi, sarà abbastanza”. Da quel momento si è materializzato una sorta di ombrello protettivo a beneficio dei Paesi più deboli dell’area euro, quelli minacciati dal cosiddetto “rischio di convertibilità”, cioè di espulsione dalla moneta unica per mano dei mercati finanziari.

Continua a leggere “Bce, Draghi ha salvato lo spread, non l’economia”

Spagna, Portogallo e Irlanda: i falsi successi del rigore

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Mentre l’intera Eurozona è in messianica attesa delle elezioni politiche tedesche del prossimo 22 settembre, lo stato dell’arte del cosiddetto risanamento dei conti pubblici procede sempre più incerto, con tentativi di aggiustamenti marginali che non fanno che rinviare il giorno del giudizio, mentre nei singoli Paesi crescono gli ostacoli di natura costituzionale ai tentativi di incidere in profondità e retroattivamente sulle voci di spesa relative a pensioni e licenziabilità dei pubblici dipendenti.

Continua a leggere “Spagna, Portogallo e Irlanda: i falsi successi del rigore”

Le speranze? Sempre disattese

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Le dichiarazioni davanti al parlamento europeo del presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, sulla possibilità di allungare il percorso verso il pareggio di bilancio strutturale (cioè corretto per la fase del ciclo economico) in caso di realizzazione di investimenti co-finanziati dalla Ue in precise aree di spesa, hanno suscitato entusiasmo tra quasi tutti gli esponenti del nostro esecutivo, premier in testa.

Continua a leggere “Le speranze? Sempre disattese”