Il mensile – Gennaio 2012

Economia Il fuoco sotto la liquidità Standard&Poor’s ha bocciato l’Europa, non l’Italia o la Spagna L’Europa paga il conto tedesco Monti spieghi alla Merkel che la paura tedesca può portare al suicidio l’Europa Bot per finanziare il debito? Contro la crisi serve anche fantasia Relazioni Internazionali Considerazioni sul declino relativo americano e sull’ascesa di nuove …

Continua a leggere Il mensile – Gennaio 2012

Il fuoco sotto la liquidità

La crisi del debito si cronicizza, quella politica della Ue pure

di Mario Seminerio – Libertiamo

L’ennesimo Consiglio europeo, l’ennesima messa a punto di nuove regole “comuni” per uscire dalla crisi. La realtà è che i problemi resteranno largamente irrisolti, pur se attenuati dalla vigorosa azione della Banca centrale europea ed in attesa di un impulso di crescita, probabilmente importata da fuori Eurozona.

Continua a leggere “Il fuoco sotto la liquidità”

Considerazioni sul declino relativo americano e sull’ascesa di nuove potenze – Unipolarity is here to stay

di Mauro Gilli e Andrea Gilli

Alcuni anni fa, su Epistemes e altrove (1 e 2) illustrammo le cause del declino relativo americano e dell’ascesa di nuove potenze. Anche se molte di quelle considerazioni rimangono valide, dopo anni passati a studiare in modo approfondito queste questioni, siamo arrivati a chiederci se le nostre conclusioni, e così quelle di altri come Fareed Zakaria e Richard Haas, non fossero state troppo affrettate.

E’ bene fare chiarezza. Quanto noi e altri hanno scritto sul declino relativo degli Stati Uniti non era basato su valutazioni approssimative, ma sulla letteratura esistente in relazioni internazionali, economia politica, e altre scienze sociali. Ad alcuni anni di distanza, abbiamo iniziato a chiederci se la letteratura esistente offra davvero una chiave di lettura per il futuro, oppuse se non sia basata su assunti impliciti ormai non più validi. In questo articolo affrontiamo la questione.

Continua a leggere “Considerazioni sul declino relativo americano e sull’ascesa di nuove potenze – Unipolarity is here to stay”

Gli Stati Uniti d’Europa, la formazione degli stati e la beata ignoranza di Barbara Spinelli

di Mauro Gilli

In un editoriale per Il Fatto, Barbara Spinelli ha criticato il Primo Ministro Mario Monti per il suo scarso europeismo. La critica di Spinelli parte da un’intervista che Monti ha rilasciato al quotidiano tedesco Die Welt, nel quale si afferma che «non avremo mai gli Stati Uniti d’Europa, non fosse altro perché non ne abbiamo bisogno».

Continua a leggere “Gli Stati Uniti d’Europa, la formazione degli stati e la beata ignoranza di Barbara Spinelli”

Standard&Poor’s ha bocciato l’Europa, non l’Italia o la Spagna

di Mario Seminerio – Libertiamo

Il declassamento che l’agenzia di rating Standard&Poor’s ha inflitto a metà dell’Eurozona non è un fulmine a ciel sereno, contrariamente a quanto affermano i sostenitori della teoria del complotto. E neppure è un giudizio divino. Peraltro, esiste pure la possibilità che i mercati se ne disinteressino, visto che le agenzie di rating ormai da tempo appaiono “dietro la curva”, cioè giungono a certificare quello che i mercati e gli investitori già sanno da tempo. Ma è comunque utile analizzare le motivazioni della decisione, per comprendere quale è il messaggio che S&P vuol far passare.

Continua a leggere “Standard&Poor’s ha bocciato l’Europa, non l’Italia o la Spagna”

L’Europa paga il conto tedesco

di Mario Seminerio – Il Tempo

La decisione dell’agenzia di rating Standard& Poor’s, che venerdì ha tagliato il rating di nove paesi dell’Eurozona, mantenendoli peraltro con outlook negativo, è stata accolta con reazioni che oscillano tra l’irritato e lo sprezzante, in un frastuono in cui il tradizionale cospirazionismo contro “gli americani che vogliono distruggere l’euro” si è mescolato a recriminazioni sul mancato effetto salvifico che ci si attendeva da nuovi governi, soprattutto da quelli tecnocratici. Le cose stanno in termini al contempo più semplici e più complessi.

Continua a leggere “L’Europa paga il conto tedesco”

Andrea Gilli su Radio Radicale

di Redazione Andrea Gilli è stato intervistato ieri su Radio Radicale a proposito della riforma del nostro sistema di difesa. Nell’intervista vengono sottolineati tre dati: – il principale problema del nostro sistema di difesa è lo sbilanciamento della spesa verso la componente personale; – i singoli programmi pesano relativamente poco sul bilancio totale della Difesa; … Continua a leggere Andrea Gilli su Radio Radicale