Forza NEC: trasformazione dell’esercito italiano

di Andrea Gilli

La scorsa settimana ero a Roma alla presentazione di uno studio dello IAI sul programma di trasformazione dell’Esercito Italiano Forza NEC. Lo studio è interessante, in primo luogo perché è uno dei primi lavori in Europa su questi temi. Che io sappia, non ci sono infatti studi analoghi sul programma francese Scorpion o sul programma inglese FRES. [1]

Continua a leggere “Forza NEC: trasformazione dell’esercito italiano”

Paghiamo le picconate tedesche

di Mario Seminerio – Il Tempo

Gli spread italiani e spagnoli continuano a muoversi in modo molto violento, per effetto di due grandi sollecitazioni: il deterioramento della congiuntura e le continue picconate che la politica tedesca sta assestando all’edificio europeo. C’è un antico motto, di derivazione militare ed uso corrente nei paesi anglosassoni, che recita: “le percosse continueranno finché il morale non migliorerà”. Questo motto sembra essere stato adottato dai tedeschi nella gestione della crisi europea.

Continua a leggere “Paghiamo le picconate tedesche”

Responsabilità franco-tedesche

di Mario Seminerio – Il Tempo

I drammatici avvenimenti di ieri sui mercati segnano il punto di massimo (purtroppo solo pro-tempore) della crisi di credibilità e degli errori di costruzione della Ue della sua area valutaria comune. Il venir meno, da alcuni giorni, della liquidità sui nostri titoli di stato, ha determinato che anche esigui volumi di vendita finissero con l’alimentare un circolo vizioso fatto di aumenti dei rendimenti che chiamano sfiducia, che a sua volta innesca nuove correnti di vendita.

Continua a leggere “Responsabilità franco-tedesche”

La nuova (?) minaccia iraniana: il programma nucleare

di Andrea Gilli

Il tema del programma nucleare iraniano torna alla ribalta. La scorsa settimana The Guardian rivelava presunti piani israelo-anglo-americani per un attacco sui siti sospetti. Oggi l‘IAEA presenterà un rapporto, a quanto pare, molto critico verso l’Iran per l’accelerazione del programma atomico. Nei prossimi giorni ci sarà un enorme dibattito sul tema e la tensione continuerà a salire.

Continua a leggere “La nuova (?) minaccia iraniana: il programma nucleare”

L’Italia è un debitore sgradito e qualcuno la deve aiutare

di Mario Seminerio – Linkiesta

Dopo il record toccato in mattinata a 491 punti base, lo spread è sceso a quota 477, però a questi ritmi il nostro debito potrebbe non essere più sostenibile. Serve subito trovare un’entità che si sostituisca al mercato nel rendere possibile l’assorbimento della carta italiana, oppure arriveremo al crack. Il fondo salva-stati europeo, l’Efsf, è visto dai mercati come entità a rischio di downgrade e a nulla servono gli inviti agli acquisti “patriottici” di titoli di debito italiano.

Continua a leggere “L’Italia è un debitore sgradito e qualcuno la deve aiutare”

Ma SuperMario non basta

di Mario Seminerio – Il Tempo

La Banca centrale europea ha deciso ieri di tagliare il tasso chiave di politica monetaria di un quarto di punto percentuale, all’1,25 per cento. La decisione, pur se ovviamente collegiale, segna l’inizio dell’impronta di Mario Draghi alla guida dell’istituto di emissione nel momento più cupo della storia dell’Unione europea, divorata dalle proprie contraddizioni e da una costruzione comunitaria drammaticamente sghemba.

Continua a leggere “Ma SuperMario non basta”