Crisi del debito, per le banche un buco da 350 miliardi

di Mario Seminerio – Linkiesta

Il valore netto degli attivi bancari degli istituti europei è arrivato ai minimi dal marzo del 2009. E se le banche dovessero valutare a prezzi di mercato i titoli di debito sovrano che hanno in portafoglio, “nessuna di esse riuscirebbe a sopravvivere”, come ha detto il capo di Deutsche Bank Joseph Ackermann. Che fare? Francia e Germania metteranno mano al portafoglio, visto che possono. E noi?

Continua a leggere “Crisi del debito, per le banche un buco da 350 miliardi”