Il Gop gioca coi numeri