Tasse e crisi, i fantomatici meriti del Cav