Wikileaks, la guerra e la democrazia

di Mauro Gilli

La notizia è ormai nota, e non vale la pena spendere troppe parole al riguardo: Wikileaks è tornato alla ribalta. Questa volta, in modo dirompente. Proprio mentre alcuni dei suoi amministratori e principali “fornitori” di notizie sono stati raggiunti dalla giustizia americana, il sito che negli ultimi anni ha creato scompiglio a Washington, DC pubblicando in rete documenti riservati e coperti da segreto militare, ha deciso di fare le cose in grande, passando ad alcuni giornali, tra cui il New York Times, più di 90.000 documenti segreti relativi alla guerra in Afghanistan.

Continua a leggere “Wikileaks, la guerra e la democrazia”