Il mensile – Luglio 2010

Economia Con o senza Fiat, per il futuro della Fabbrica Italia serve una vera riforma della contrattazione La politica alla prova della realtà economica La politica estera del rating Crisi, chi nega l’evidenza Obama, Wall Street e il Gattopardo Relazioni Internazionali Wikileaks, la guerra e la democrazia Democrazie e petrolio Le origini del Realismo – … Continua a leggere Il mensile – Luglio 2010

Con o senza Fiat, per il futuro della Fabbrica Italia serve una vera riforma della contrattazione

di Mario Seminerio – Libertiamo

Lo scorso 22 aprile, cioè il giorno dopo aver presentato il progetto “Fabbrica Italia”, l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, si esprimeva in questi termini su Mirafiori:

«Il potenziamento di Mirafiori sarà incredibile, lì bisogna fare più di 200 mila vetture l’anno»

Continua a leggere “Con o senza Fiat, per il futuro della Fabbrica Italia serve una vera riforma della contrattazione”

Wikileaks, la guerra e la democrazia

di Mauro Gilli

La notizia è ormai nota, e non vale la pena spendere troppe parole al riguardo: Wikileaks è tornato alla ribalta. Questa volta, in modo dirompente. Proprio mentre alcuni dei suoi amministratori e principali “fornitori” di notizie sono stati raggiunti dalla giustizia americana, il sito che negli ultimi anni ha creato scompiglio a Washington, DC pubblicando in rete documenti riservati e coperti da segreto militare, ha deciso di fare le cose in grande, passando ad alcuni giornali, tra cui il New York Times, più di 90.000 documenti segreti relativi alla guerra in Afghanistan.

Continua a leggere “Wikileaks, la guerra e la democrazia”

Le origini del Realismo – Capire le relazioni internazionali/2

di Mauro Gilli

L’approccio dominante nelle relazioni internazionali è il neorealismo (che verrà affrontato in maniera più dettagliata prossimamente). La più grande scuola alla quale esso appartiene, quella del realismo politico, è anche la più antica in relazioni internazionali. Le sue origini possono essere trovate infatti negli scritti di Kauthila (India, IV secolo AC), Tucidide (Grecia, V secolo AC), e Sun Tzu (Cina, VI secolo AC). Contributi al realismo sono venuti inoltre da Machiavelli, Guicciardini, Hobbes, Hume e Von Ranke, fino ad approdare ai contemporanei, i cosiddetti “realisti classici” (Nicholas Spykmann, Edward Hallett Carr, Hans Morgenthau e George Kennan) e i “neorealisti” (Kenneth Waltz, Robert Gilpin, Stephen Walt, Jack Snyder e John Mearsheimer).

Continua a leggere “Le origini del Realismo – Capire le relazioni internazionali/2”

La politica alla prova della realtà economica

di Mario Seminerio – Libertiamo

Il grafico qui sotto, realizzato dal think tank no-profit statunitense Economic Policy Institute (dichiaratamente vocato a rappresentare nella politica economica gli interessi dei lavoratori a reddito medio e basso), rappresenta il tema con cui la politica, negli Stati Uniti ed in Occidente, dovrà misurarsi oggi e nei prossimi anni.

Continua a leggere “La politica alla prova della realtà economica”

La politica estera del rating

di Mario Seminerio

E’ di ieri la notizia che l’agenzia di rating cinese Dagong Global Credit Rating ha assegnato le pagelle del merito di credito ai principali emittenti sovrani globali. L’agenzia ha negato il massimo rating a Stati Uniti, Francia, Regno Unito e Germania, quest’ultima posta sullo stesso merito di credito di Pechino. Al di là della metodologia utilizzata, che pare essere centrata soprattutto sulla capacità di produrre crescita, il significato dell’iniziativa pare piuttosto trasparente: la Cina è un investitore globale, pur se al momento con enorme esposizione al dollaro statunitense.

Continua a leggere “La politica estera del rating”

I siluri della diplomazia e quelli nord-coreani

di Andrea Gilli

L’ONU ha finalmente deciso: l’attacco che ha distrutto un incrociatore sudcoreano alcuni mesi fa è da condannare. Rimane solo da decidere chi sia da condannare. Su questo punto non c’è stato accordo e dunque, nonostante tutta l’evidenza porti a Pyongyang, nessuno è stato accusato. Tutta la vicenda offre diversi spunti d’analisi.

Continua a leggere “I siluri della diplomazia e quelli nord-coreani”

Crisi, chi nega l’evidenza

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano

Nel nostro paese esiste una mistica dell’ottimismo sullo stato dell’economia che va ben oltre il diritto ed il dovere di un esecutivo a trasmettere messaggi positivi sulla congiuntura, ovviamente dopo aver assunto e motivato le proprie scelte di policy ed aver ottenuto riscontri che la direzione intrapresa è quella corretta. In Italia, dall’inizio di questa crisi infinita, esiste invece un obbligo di ottimismo a oltranza (e oltranzista), trasmesso attraverso alcuni mantra fattualmente fallaci, ed amplificato da organi di informazione dimostratisi incapaci (per dolo o pura ignoranza) a cogliere il reale stato della congiuntura.

Continua a leggere “Crisi, chi nega l’evidenza”

Obama, Wall Street e il Gattopardo

La riforma finanziaria promette novità epocali per le Borse. Ma non le applica

di Mario Seminerio – Liberal Quotidiano

La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato, mercoledì scorso, il progetto di legge di riforma della regolazione finanziaria che porta la firma congiunta dei due esponenti Democratici alla Camera ed al Senato, Barney Frank e Chris Dodd. Il via libera del Senato, con ulteriori modifiche, dovrebbe arrivare entro metà luglio

Continua a leggere “Obama, Wall Street e il Gattopardo”