Controlli sui capitali, svolta storica?