Categorie
Andrea Gilli Relazioni Internazionali

Israele, Turchia…/2

di Andrea Gilli

Abbiamo raccontato recentemente il raffreddamento dei rapporti tra Israele e la Turchia. Questo raffreddamento sembra procedere, e anche speditamente.

Israele e la Turchia sono alleati non solo politici, ma anche militari. Come l’articolo di Defense News che linkiamo ricorda, i due Paesi condividono una serie di progetti e partnership industriali nel settore militare.

Il raffreddamento dei loro rapporti politici non può che portare al raffreddamento e infine alla rottura anche di questi programmi.

La Turchia ha molto da perderci, specie alla luce della superiorità tecnologica Israeliana. Non è detto però che Israele ne esca meglio.

Un alleato in meno in una regione nella quale Gerusalemme non ha alleati non è una grande notizia.

Insoltre, l’export militare è fondamentale per l’industria della difesa israeliana. Il venir meno della collaborazione con la Turchia, eventualmente, avrebbe risultati disarmanti.

Questi trend sembrano suggerire un crescente senso di accerchiamento e di isolamento da parte di Israele: senso che non può che radicalizzare la politica estera del Paese, con tutte le conseguenze che ciò comporta sulla politica del Medio Oriente.

Di Mario Seminerio

Nato a Milano. Laureato all'Università Bocconi. Ha venticinque di esperienza presso istituzioni finanziarie italiane ed internazionali, dove ha ricoperto ruoli di portfolio manager, analista macroeconomico e portfolio advisor. Attualmente responsabile investimenti di un'importante corporate italiana. Giornalista pubblicista, collabora o ha collaborato con Il Foglio, Il Fatto Quotidiano, il Tempo, Linkiesta.it. A ottobre 2012 ha pubblicato il libro "La cura letale" (Rcs-BUR), sulla crisi di debito sovrano in Eurozona ed il futuro dell'Italia. Ogni sabato dalle 8 alle 10 conduce, con Oscar Giannino, Carlo Alberto Carnevale Maffè e Renato Cifarelli, la trasmissione "Le Belve", su Radio Capital.