Politica, potere, soldi e guerra: soluzione libertaria

di Andrea Gilli

Si è saputo recentemente che il figlio dell’on. Bossi, Lorenzo, sarebbe stato assunto nel comitato dell’Expo di Milano per uno stipendio di 12.000 euro al mese.

Molti hanno sottolineato la notizia per enfatizzare l’ipocrisia della Lega Nord, o il presunto familismo e clientelismo che la contraddistinguerebbe. Il fatto è stato così preso a pretesto per attaccare, spesso su basi morali, il partito.

Continua a leggere “Politica, potere, soldi e guerra: soluzione libertaria”

Pubblicità