Attentato in Afghanistan: Alcune domande in attesa di risposte

di Andrea Gilli

I caduti in guerra sono ovviamente una tragedia. Ma fanno parte del gioco. Quando si va in guerra, si sa che non tutti potranno tornare. Come si sa, chi torna soffrirà di tensione, disturbi schizofrenici e nervosi, e talvolta porterà anche segni evidenti della guerra (ferite, mutilazioni, etc.). Ieri, un giovane soldato, il Caporalmaggiore Di Lisio, è deceduto in Afghanistan. Al momento, le informazioni sono scarse. Discutiamo dunque solo i pochissimi dati di cui disponiamo.

Continua a leggere “Attentato in Afghanistan: Alcune domande in attesa di risposte”