Nuova politica monetaria cercasi

di Mario Seminerio – © Libero Mercato

L’approvazione dell’Emergency Economic Stabilization Act riveduto e corretto è stata accolta dal mercato azionario con l’ennesimo ribasso, a ribadire che la gravità dei problemi va ben oltre l’intervento deciso. Eppure, in un momento di profondo pessimismo di mercati ed analisti, è opportuno evidenziare alcuni elementi potenzialmente positivi contenuti nel pacchetto adottato. In primo luogo, l’aumento da 100.000 a 250.000 dollari dell’assicurazione pubblica sui depositi fornita dalla Federal Deposit Insurance Corporation, che servirà a rassicurare soprattutto le piccole e medie imprese e a ridurre il rischio di corse agli sportelli.

Continua a leggere “Nuova politica monetaria cercasi”

Pubblicità

Bush grande presidente?

di Andrea Gilli

George W. Bush è stato un grande presidente? Carlo Panella, su l’Occidentale del 3 Ottobre, dice di sì. Fondamentalmente, secondo Panella, il merito di Bush starebbe nell’aver capito la gravità della minaccia islamista e nell’aver trasformato la politica estera americana, a livello operativo: dal puntare sulle élite nazionali, attraverso la surge di Petraeus, Bush ha spostato l’attenzione sulle popolazioni locali così da ottenere il successo della sua politica.
L’analisi è molto interessante, non condivido però il giudizio finale – quello appunto per cui Bush sarebbe stato un grande presidente. Allo stesso tempo, non credo neanche che Bush abbia sbagliato tutto. La mia opinione è che abbia sbagliato molto, ottenendo alcuni importanti successi ma anche sonori fallimenti. Provo nelle righe che seguono a esplicitare la mia opinione.

Continua a leggere “Bush grande presidente?”