L’indipendenza del Kosovo: tra aspirazioni e realtà

di Andrea Gilli

La decisione del presidente kosovaro Thaci di dichiarare l’indipendenza sembra portare con sé serie conseguenze. Come il filosofo olandese Bernard de Mandeville ci ha insegnato, l’agire umano è spesso guidato da fini e aspirazioni. Ma non necessariamente il nostro agire porta agli obiettivi proposti, e anzi molto spesso esso determina quelle che il filosofo chiamava conseguenze involontarie. La decisione del Kosovo di dichiarare la propria indipendenza rischia di avere inaspettate e assai drammatiche conseguenze.

Continua a leggere “L’indipendenza del Kosovo: tra aspirazioni e realtà”

I SUV, la statica comparata e la cattiva interpretazione dei dati

di Antonio Mele

Premessa: il sottoscritto viaggia solo con metropolitane, autobus o treni, non possiede auto, non ha nessuna particolare predilezione per macchine di grossa cilindrata o di grosse dimensioni. Ma la polemica sui SUV e la loro pericolosità ricorda tanto le accuse alle canzoni di Marilyn Manson di essere una delle cause scatenanti della strage di Columbine: un mucchio di fesserie. A cui va data una risposta.

L’episodio dell’incidente a Milano causato da un SUV fornisce l’occasione per mostrare una delle ragioni per cui il dibattito politico-culturale langue nel nostro Paese. Infatti trattasi del tipico caso in cui le analisi effettuate dai media non isolano gli elementi fondamentali del problema, basandosi invece su questioni che sono lontanamente in relazione con gli eventi, e utilizzando i dati con una certa disinvoltura.

Continua a leggere “I SUV, la statica comparata e la cattiva interpretazione dei dati”