Perché Petraeus non convince

di Andrea Gilli

L’atteso rapporto Petraeus è arrivato finalmente al Congresso. Il generale che dirige le operazioni in Iraq ha reso note le sue valutazioni sullo stato dell’Iraq dopo nove mesi di lavoro sul campo. Il suo responso è il seguente: la “surge” ha funzionato, a tal punto che è possibile ipotizzare una riduzione delle truppe. Il Presidente americano George W. Bush, a pochi giorni dal discorso di Petraeus, ha affermato di voler ridurre le truppe in maniera ancora piu’ massiccia: oltre 5.000 soldati verranno rimandati a casa, contro i 3.800 previsti dal generale in capo in Iraq. Indiscrezioni dal Pentagono fano pensare ad un ritiro ancora piu’ massiccio.

Tutta la vicenda, pero’, non ci convince.

Continua a leggere “Perché Petraeus non convince”

Pubblicità