Calcio, regole, etica e conflitti di interesse

di Primo Empirico*

Il calcio è una strana arte. Nato come sfogo dell’aggressività delle genti nella Firenze del quattrocento e ripensato dagli inglesi un secolo e mezzo or sono, muove milioni di appassionati che seguono la propria squadra e discutono – anche animatamente – delle proprie passioni e delle gesta della propria squadra. Tralasciando le degenerazioni, si può dire che il calcio moderno è a metà strada tra guerra ed economia, possedendo elementi di entrambe [1], dalla tattica alla strategia, dal mercato dei giocatori ai proventi da attività sportive. Viene quindi naturale per gran parte della redazione di Epistemes, che si appassiona di entrambe le cose, discutere di pallone con chiunque, probabilmente con toni meno esagitati di un Bar Sport seppur ugualmente accesi.

Continua a leggere “Calcio, regole, etica e conflitti di interesse”