“Da grande voglio fare l’IRI” – Breve analisi di uno strumento improprio

di Piercamillo Falasca

Nata a Torino nel 1850, con la funzione di ricevere depositi quale luogo di “fede pubblica” e investita dopo pochi anni del compito di finanziare gli investimenti in opere pubbliche degli enti locali attraverso le risorse provenienti dai libretti di risparmio postale, la Cassa Depositi e Prestiti è stata fino al 1983 una semplice direzione generale del Ministero del Tesoro.

Continua a leggere ““Da grande voglio fare l’IRI” – Breve analisi di uno strumento improprio”

Pubblicità

La povertà come bene di consumo

di Andrea Asoni 

L’effetto degli aiuti allo sviluppo per i paesi poveri è oggetto di discussione scientifica. I risultati possono essere contrastanti. Due recenti articoli raggiungono conclusioni opposte: Dollar e Burnside (2000), economisti presso la World Bank, concludono che tali aiuti, in mancanza di politiche pubbliche efficaci, non hanno alcun impatto sulla crescita economica. Allo stesso tempo sono utili quando i governi adottano politiche fiscali, commerciali e monetarie sane.

Continua a leggere “La povertà come bene di consumo”

Prodi incontra Ahmadinejad: etica o interesse?

di Andrea Gilli e Daniele G. Sfregola 

La settimana scorsa il presidente del Consiglio Romano Prodi ha avuto un incontro con il presidente della Repubblica islamica dell’Iran, Mohammed Ahmadinejad. L’incontro, come spesso accade in questi casi, è stato interlocutorio e sembra non aver prodotto alcun risultato significativo a livello internazionale. Tuttavia, un particolare effetto, stavolta interno, pare che il meeting tra i due leader lo abbia esperito.

Continua a leggere “Prodi incontra Ahmadinejad: etica o interesse?”